Contignü prinzipal

Consulënta por l’avalianza dles oportunites

Chёstes informaziuns é da ciafè ma por

| 29.07.2022 | 16:44

#allapari: nuova campagna di sensibilizzazione dell'Osservatorio disabilità

L’Osservatorio Provinciale sui diritti delle persone con disabilità lancia la campagna di sensibilizzazione #aufaugenhöhe#allapari#oneyelevel: denunciare apertamente la violenza contro le persone con disabilità, modificare atteggiamenti.

Il logo della campagna #aufaugenhöhe#allapari#oneyelevel.ZoomansichtIl logo della campagna #aufaugenhöhe#allapari#oneyelevel.

“Come riesci a lavorare con la tua disabilità?” “Hai proprio coraggio ad aver voluto avere un/a bambino/a, potrebbe avere gli stessi problemi di vista tuoi!” “Tu con la tua sedia a rotelle te la puoi prendere con comodità, almeno non devi fare la salita!”: nella loro vita quotidiana persone con disabilità si trovano a confrontarsi con questi e simili commenti. Essii rappresentano una discriminazione e sono quindi anche una forma di violenza, che non è solo fisica, ma ha molti volti e si può manifestare anche attraverso la comunicazione verbale. Una pratica molto sconcertante in questi casi è la minimizzazione, la dissimulazione e la negazione di affermazioni di questo genere, perché la violenza contro persone con disabilità rappresenta ancora un grandissimo tabù. 

Per contrastare questo tabù ed evidenziare le diverse forme di violenza contro le persone con disabilità, l’Osservatorio provinciale sui diritti delle persone con disabilità su iniziativa del gruppo di lavoro interno “violenza”, di cui fanno parte le componenti Silvia Rabanser, Marion Hartmann, Heidi Ulm ed Eva Rabanser, lancia una campagna di sensibilizzazione.

Il motto della campagna è #aufaugenhöhe#allapari#oneyelevel. Il logo della campagna di sensibilizzazione si ispira al titolo della campagna e rappresenta un occhio color verde ed arancione con al centro il logo dell’Osservatorio Provinciale che ricorda una pupilla.

Sotto gli hashtag #aufaugenhöhe#allapari#oneyelevel, a partire da lunedì 1. agosto e fino alla giornata internazionale contro la violenza sulle donne (25 novembre), sui canali social dell’Osservatorio contraddistinti dal tag @moau.osservatorioprov,  verranno pubblicati due volte al mese diversi contributi. Attraverso video, disegni e testi, il gruppo di lavoro vuole rendere visibili episodi di violenza quotidiana che si rifanno ad eventi reali, ma non riflettono situazioni individuali. Fra gli esempi tratti dalla vita quotidiana vi sono tra l’altro una visita medica, un’escursione, una conversazione sul posto di lavoro, a scuola o con una commessa in un negozio.

“Con questi esempi vissuti", spiega Silvia Rabanser, "vogliamo mostrare come si esplica la violenza quotidiana. Nello stesso tempo, vogliamo incoraggiare la società nel complesso a fare attenzione e ad affrontare apertamente il tema della violenza, per modificare gli atteggiamenti e rompere gli schemi”.

“È assolutamente necessario che aumenti la consapevolezza riguardo a situazioni di violenza quotidiana”, concorda Michela Morandini, Presidente dell’Osservatorio Provinciale. “Nella Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità l’obbligo di informare e sensibilizzare da parte degli Stati membri è uno dei principi cardine. Con questa campagna di sensibilizzazione, come Osservatorio, cui spetta monitorare e incentivare l’attuazione della Convenzione ONU in Alto Adige, vorremmo dare il nostro contributo  alla sensibilizzazione e all'informazione sul tema”.  


(OSS)