Hauptinhalt

Alle News

Landtag | 21.06.2019 | 10:53

Torna in autunno il Consiglio provinciale dei bambini

L’iniziativa promossa dalla Katholische Jungschar Südtirols sarà ospitata in Consiglio in novembre, in occasione del 30° anniversario della Dichiarazione ONU sui Diritti dell’infanzia. Giovani dai 10 ai 14 anni si confronteranno su temi scelti da consigliere, consiglieri e gruppi consiliari.

Torna a novembre il Consiglio provinciale dei bambini. (Foto: Consiglio/Wolf)ZoomansichtTorna a novembre il Consiglio provinciale dei bambini. (Foto: Consiglio/Wolf)

Nel 30° anniversario della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia, torna per la quarta edizione il Consiglio provinciale dei bambini, l’iniziativa di Katholische Jungschar e Consiglio della Provincia autonoma di Bolzano, con il sostegno dell’Assessorato all’istruzione e formazione tedesca, delle Intendenze tedesca, italiana e ladina e del Südtiroler Jugendring, che ha l’obiettivo di dare spazio e voce alle proposte di ragazzi e ragazze dai 10 ai 14 anni.

Questa volta saranno consigliere e consiglieri provinciali, nonché i gruppi consiliari, a scegliere i temi sui cui lavoreranno i giovani: “In questo modo, ci si assicura che le proposte di questi politici in erba riguardino questioni effettivamente in discussione, alle quali il punto di vista dei più piccoli può dare un contributo concreto”, spiega il presidente del Consiglio Josef Noggler.

I temi proposti entro l’estate saranno raggruppati in 7 categorie, ciascuna dedicata a un diritto tra quelli tutelati dalla Convenzione ONU. II prossimo novembre – dal 19 al 22 – tutti i giovanissimi dell’Alto Adige che lo desiderano potranno prendere parte, nella sede consiliare in piazza Magnago a Bolzano, alle conferenze dedicate a questi macro-argomenti, per ciascuno dei quali verrà preparato un video esplicativo: “Confrontandosi tra loro”, illustra la presidente della Jungschar Julia Leimstädtner,ragazze e ragazzi sperimenteranno le regole della democrazia, esporranno le varie opinioni, non necessariamente comuni, sottoponendole nell’ultimo giorno di incontri a consigliere e consiglieri”. Quest’ultimi potranno anche seguire i lavori delle conferenze e confrontarsi direttamente coi ragazzi.

Il diritto su cui lavorare dovrà essere scelto dai partecipanti e dalle partecipanti al momento delle iscrizioni: individuali o di gruppo, esse saranno raccolte da settembre. Nel frattempo, chi desidera avere ulteriori informazioni sull’iniziativa può visitare l’apposita sezione della webpage www.jungschar.it/kinderlandtag, che sarà costantemente aggiornata.


(MC)